Sea Shepherd
left_top_news_media

Commentary and Editorial

rss_icon_14Get RSS for this page now!  Sign up via My Sea Shepherd

Stampa E-mail
Venerdì 16 Marzo 2012 08:33

Chi (Hoo) sta annientando gli squali? (ndr: gioco di parole tra il nome del funzionario della CITES Hoo e la parola "Who" che in inglese suona allo stesso modo)

Dichiarazione del Capitano Paul Watson

Shark fins drying on the sidewalk in Hong Kong.  Photo: Gary Stokes/Sea ShepherdPinne di squalo che si stanno seccando sul marciapiede a Hong Kong. Foto: Gary Stokes/Sea Shepherd

La corruzione è la ragione principale della continua distruzione dei nostri oceani e del nostro pianeta. Per decenni abbiamo lottato contro il male della corruzione che infetta governi, aziende, organizzazioni e individui in tutto il mondo. Corruzione, conflitti di interesse, nepotismo, arroganza, ignoranza e avidità sono le ragioni per cui stiamo perdendo la guerra per salvare la fauna marina.

Nell'egoistica ricerca del profitto ad ogni costo, le specie vengono portate all'estinzione e gli habitat vengono distrutti. Le generazioni future sono state derubate e la sopravvivenza stessa dell'umanità è minacciata a causa dell'incredibile avidità e disonestà dei funzionari e dei dirigenti corrotti.

Grazie al giornalista Frank Papa, uno di questi individui insidiosi oggi è stato fatto conoscere al pubblico attraverso il “Times” di Londra.

Giam Choo Hoo è un membro della commissione che fornisce una valutazione scientifica sui rischi per le specie contemplate dalla Convenzione delle Nazioni Unite sul Commercio Internazionale delle Specie a Rischio estinzione. Egli è un membro di spicco altamente influente dell'organismo delle Nazioni Unite che aiuta a regolare il commercio di animali in via di estinzione. È anche un rappresentante dell'industria di pinne di squalo che sta portando alcune specie di squali all'estinzione.

Il dottor Giam, membro del Royal College of Veterinary Surgeons a Londra (Royal College dei Chirurghi Veterinari, nota di traduzione), ha respinto le critiche circa i propri interessi commerciali. "Per me è irrilevante. Mi dovreste giudicare per quello che dico, non per il fatto che io abbia legami o no con l'industria delle pinne di squalo", ha dichiarato.

No, Dottor Giam, noi la giudichiamo per quello che fa e per i suoi legami con quell'industria. Avere lei in una posizione grazie alla quale può stilare l'elenco delle specie di squali da proteggere è come aver Rush Limbaugh in una commissione per regolarizzare l'uso illegale di farmaci da prescrizione. Si tratta di un conflitto di interessi. Non è possibile fare soldi con le pinne di squalo e contemporaneamente bloccare i regolamenti per la protezione degli stessi squali e venirci a dire di essere obiettivo, quindi la smetta di pisciare sulle nostre gambe dicendoci che sta piovendo.

Giam Choo Hoo è un personaggio sporco e deve essere buttato fuori dalla CITES. Abbiamo bisogno di scienziati obiettivi che non traggano profitto personale dalla distruzione della vita nei nostri oceani.

Fino a quando Giam Choo Hoo non se ne andrà, la CITES continuerà ad avere zero credibilità.

I nostri oceani stanno morendo e i carnefici sono incaricati di far rispettare le leggi.

Giam Choo Hoo è nei confronti dell'ecologia un criminale e una specie di eco-terrorista e le sue vittime sono le specie a rischio e le generazioni non ancora nate.

Visitate il blog di Frank Pope per ulteriori dettagli su questa storia

Qui c'è la petizione da firmare per chiedere alla CITES di rimuovere il Dott. Giam

Traduzione a cura di Lorenzo Botteselle

 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Tiziano 13 - 20145 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2012 Sea Shepherd Conservation Society
Hosting and other web services donated by EStreet