jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Commentary and Editorial

rss_icon_14Get RSS for this page now!  Sign up via My Sea Shepherd

Stampa E-mail
Giovedì 28 Agosto 2014 01:55

La sfortuna dei poveri cetacei che si arenano su una spiaggia delle Isole Feroci

Commentario del fondatore  di Sea Shepherd, Capitano Paul Watson

Killers at work butchering the whalesGli assassini al lavoro: cetacei macellatiIeri sera, 5 iperodonti boreali (hyperoodon ampullatus - specie di delfino, nota di traduzione) si sono arenati sulla spiaggia di Hvalba, sull'isola feringia di Suduroy. Sono stati trovati questa mattina. Nel giro di pochi minuti, gli assassini di cetacei feringi, assetati di sangue, hanno preso ad agitarsi intorno ai loro corpi come vermi frenetici, per ucciderli o farli a pezzi.

Abbiamo potuto rilevare, attraverso la nostra documentazione e le nostre indagini, che i cetacei erano vivi nel momento in cui sono stati trovati.

Questi cetacei avrebbero potuto essere riportati in mare affinché tornassero al loro ambiente, invece, sono stati uccisi senza alcuna pietà e poi trasferiti nel porto vicino per completarne la macellazione.

Sussistono chiare prove del fatto che i cetacei fossero sicuramente vivi quando sono stati trovati, non solo per i dati forniti dalla semplice osservazione, ma anche perché il loro midollo spinale è stato reciso prima del loro trasferimento al porto. Se fossero stati già morti non ci sarebbe stato alcun bisogno di questa particolare procedura di recisione, che gli assassini vantano come loro metodo "umano" di uccidere un cetaceo.

Con le nostre imbarcazioni avremmo potuto salvare i cetacei e riportarli verso il mare. Ma gli assassini e la polizia ci hanno impedito di farlo.

Bottlenose whale heads lined up after butcheringLa testa di un iperodonte boreale pronta per la macellazioneLe normative feringe consentono l'uccisione degli iperodonti boreali soltanto quando essi si siano spontaneamente arenati e NON POSSANO essere riportati in mare.

Ci consulteremo con un avvocato e con la polizia per capire se sia possibile accusare gli assassini di violazione delle norme relative allo spiaggiamento degli iperodonti boreali. Posso scommettere che si procureranno sicuramente la certificazione di un veterinario che dichiarerà che i cetacei non potevano essere salvati.

Le statistiche di lungo periodo indicano che gli spiaggiamenti più frequenti avvengono nei villaggi di Hvalba e Sandvik a Suðuroy.

I cetacei sono stati trovati alle 05:30 del mattino.

La spiaggia è isolata, difficile da monitorare e le condizioni meteo e il mare erano sfavorevoli ma, nonostante questo, i volontari operativi in mare di Sea Shepherd sono stati in grado portare il motoscafo Loki fino al porto in 30 minuti, in tempo per filmare la macellazione dei cetacei. Gli assassini si aggiravano impettiti, con grandi sorrisi sul volto assieme ai poliziotti, l'intero gruppo gongolava orgoglioso per aver appena distrutto la vita di cinque splendide creature, senza il minimo rimorso o dispiacere.

Si ritiene che la popolazione degli iperodonti boreali non superi i 10.000 esemplari.

Beautiful blue waters of the Faroes turned red with the bloodLe bellissime acque blu delle Faroe sono diventate rosse di sangueQuesta specie è elencata nell'Appendice II della Convenzione sulla Conservazione delle Specie Migratrici di Fauna Selvatica (CMS). È inserita nell'Appendice II [8] poiché ha uno status di conservazione sfavorevole o potrebbe trarre un significativo vantaggio dalla cooperazione internazionale organizzata sulla base di accordi specifici.

Inoltre, l'iperodonte boreale è protetto dall'Accordo per la Protezione dei Piccoli Cetacei nel Baltico, nell'Atlantico nord-orientale, nel Mare d'Irlanda e nel Mare del Nord (ASCOBANS) e dal Memorandum d'intesa relativo alla Conservazione dei Piccoli Cetacei e dei Lamantini dell'Africa Occidentale e della Macaronesia (Memorandum d'intesa sui mammiferi acquatici dell'Africa Occidentale).

Tutti ottimi strumenti per la conservazione dell'iperodonte boreale, a meno che un branco non sia così sfortunato da rimanere arenato su una spiaggia a breve distanza dai coltelli branditi dagli psicopatici di Suduroy.

Operation GrindStop
Visitate il nostro sito
Operazione GrindStop 2014
per ulteriori informazioni.

Traduzione a cura di Cristina Giusti

 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by EStreet