jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Sea Shepherd Newsrss_icon_20

Stampa E-mail
Mercoledì 29 Febbraio 2012 21:57

La manovra di Sea Shepherd in mare ridicolizza due frustrati capitani delle baleniere giapponesi

The Yushin Maru No. 2's bow defaced with red and orange paint. Photo: Billy DangerLa prua della Yushin Maru N. 2 imbrattata di vernice rossa e arancione. Foto: Billy Danger

E' dal 22 febbraio che la nave di Sea Shepherd Steve Irwin ha sviato e portato ad una ricerca vana, lontano dalla flotta baleniera giapponese, una nave arpionatrice giapponese e la nave per la sicurezza della stessa flotta.

Con la nave di Sea Shepherd Bob Barker completamente rifornita di carburante e in rotta verso l'Oceano meridionale per inseguire la flotta baleniera giapponese, l'altra nave di Sea Shepherd, Steve Irwin, si dirige a nord verso le Isole Macquarie per tentare un astuto rifornimento di carburante con la Bob Barker.

Sea Shepherd ha dichiarato che la Bob Barker avrebbe rifornito la Steve Irwin per poi tornare, con entrambe le navi, ad inseguire la flotta baleniera giapponese fino alla fine della stagione. In realtà l'intenzione della Bob Barker, appena rifornita, era di tornare nell'Oceano Antartico da sola.

Il compito della Steve Irwin era di attirare e sviare le due navi giapponesi dalla Bob Barker.

Le due navi giapponesi hanno “abboccato” e sono entrate illegalmente nella zona economica esclusiva australiana (Australian Economic Exclusion Zone), dove un'ordinanza del Governo e della Corte Federale Australiana ha vietato loro l'ingresso.

The Yushin Maru No. 3's hull obliterated with black and red paint. Photo: Billy DangerLa Yushin Maru N. 3 con la chiglia sporca di vernice rossa e nera. Foto: Billy Danger

Dopo una giornata presso l'Isola Macquarie la Steve Irwin, a causa di un cambiamento di programma, si è spostata a nord dell'Isola di Auckland, Nuova Zelanda, per rifornirsi con la Bob Barker. La Yushin Maru N. 3 e la Shonan Maru N. 2 l'hanno seguita..

Nel frattempo la Bob Barker riusciva ad allontanare dalla Steve Irwin per centinaia di miglia le navi giapponesi, convinte che l'operazione di rifornimento avrebbe davvero avuto luogo.

La Bob Barker continuerà ad inseguire la flotta baleniera giapponese per il resto della stagione, fino a fine marzo se ce ne sarà bisogno, mentre la Steve Irwin farà ritorno in Australia.

"Abbiamo portato la nave giapponese Shonan Maru N. 2, incaricata della sicurezza della flotta, e la nave arpionatrice Yushin Maru N. 3, lontano dalle operazioni di caccia e dalle nave fattoria (Nave fattoria: nave a bordo della quale vengono macellate le balene uccise, nota di traduzione) Nisshin Maru. Probabilmente avranno bisogno di più di una settimana per poter ritornare. E' stata una manovra di grande successo che ha permesso alla Bob Barker di eliminare questi fastidiosi pedinatori, mettendo così fuori gioco per più di due settimane le due navi giapponesi", ha dichiarato il Capitano Paul Watson.

Il Capitano svedese Peter Hammarstedt è ora al comando della Bob Barker. Ha sostituito il Capitano Alex Cornelissen che aveva bisogno di tornare alle proprie mansioni di Direttore per Sea Shepherd Galapagos.

"Le navi giapponesi hanno abboccato all'esca, inseguendoci e standoci sempre alle calcagna, prima verso l'Isola Macquarie e poi verso l'Isola di Auckland. Hanno sprecato tonnellate di combustibile e settimane di tempo; il tutto per non fare altro che scortare la Steve Irwin indietro verso nord. Ora non hanno più nessuno da inseguire e la Bob Barker è libera di continuare la caccia", ha affermato il Capitano Watson.

The Yushin Maru No. 3's stern tarnished with red, black, and orange paint. Photo: Billy DangerMacchie di vernice rossa, nera e arancione sulla poppa della Yushin Maru N. 3. Foto: Billy Danger

Divine Wind
Visita il sito dedicato
all' Operazione Divine Wind
per informazioni sulla campagna antartica
2011/2012 in difesa delle balene
 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by EStreet