jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Sea Shepherd Newsrss_icon_20

Stampa E-mail
Mercoledì 22 Giugno 2016 00:00

Sea Shepherd Global Lancia Operazione Bloody Fjords

A seguito del successo della propria Campagna in Difesa dei Globicefali del 2015, Sea Shepherd Global annuncia Operazione Bloody Fjords: una nuova campagna contro il sanguinario massacro dei globicefali nelle Isole Fær Øer.

Ogni anno, fino a 1.000 globicefali in migrazione, insieme ad altri delfini, sono cacciati e uccisi in modo brutale nel protettorato danese delle Isole Fær Øer in quella che viene chiamata ‘grindadráp’ o ‘grind.’ Questa pratica crudele e sanguinaria continua con il sostegno del governo danese, in conflitto con gli obblighi legali internazionali della Danimarca.

Operazione Bloody Fjords segna una svolta per Sea Shepherd, in quanto l'organizzazione porta la propria battaglia contro la grindadráp al cuore delle istituzioni feringe e danesi che continuano a promuovere questa pratica obsoleta.

“Grazie al lavoro instancabile delle nostre squadre di volontari che hanno agito sul territorio alle Isole Fær Øer nel corso delle campagne che abbiamo condotto in passato, abbiamo tutte le prove, costituite da materiale fotografico e video, di cui abbiamo bisogno per portare questa battaglia oltre le spiagge insanguinate delle Fær Øer ”, ha affermato il leader di Operazione Bloody Fjords, Geert Vons. “Ci opporremo alla grind a livello giuridico, politico, commerciale, industriale e, come sempre, mediatico” ha proseguito.

La nuova strategia giunge in risposta a un aumento di restrizioni che è stato creato riguardo all'ingresso dei volontari di Sea Shepherd nelle Isole Fær Øer.

“Le autorità feringe ci hanno negato l'ingresso nel proprio Paese nel tentativo di nascondere l'orrore della grindadráp” ha dichiarato il Capitano Alex Cornelissen, CEO di Sea Shepherd Global. “Ma, con il mutare del campo di battaglia, anche noi cambiamo le nostre tattiche. Sea Shepherd ora è più visibile, più forte e più determinata che mai per quanto riguarda il porre fine a questo massacro sanguinario” ha concluso.

Un totale di 28 volontari di 28 Sea Shepherd sono stati arrestati per aver interferito con la grindadráp. Molti di loro sono stati in seguito espulsi per il “reato” di aver difeso i globicefali.

Nel 2014 Il Capitano Jessie Treverton, di Sea Shepherd, è stata arrestata dopo essere riuscita a difendere dal massacro un grande branco di lagenorinchi dai denti obliqui, impedendo loro di raggiungere le spiagge delle Isole Fær Øer dove i cetacei sono uccisi. La Treverton aspetta ancora di comparire in tribunale.

Sea Shepherd è in prima linea contro la grindadráp fin dagli anni 80, salvando le vite di centinaia di globicefali e portando l'attenzione di tutto il mondo sul massacro perdurante.

Traduzione a cura di Sea Shepherd Italia

 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by EStreet