Operation No Compromise
Crew Blog
Stampa
Lunedì 20 Dicembre 2010 09:00

Confessioni di un mozzo

Amanda Beekman
Timoniere/Bob Barker

Amanda BeekmanFaccio la giornalista e sono una mamma. Quando sono a casa scrivo per una rivista che si rivolge alle madri, dal titolo Mama's Magazine. Essendo un'esperta su come si crescono i bambini (ne ho quattro) offro consigli su questioni "della vita di tutti i giorni" legate all'istruzione e scrivo anche articoli sugli interessi delle madri che conducono una vita attiva.

Mi sono resa conto con entusiasmo del fatto che ho la situazione perfetta per combinare la mia passione, i miei interessi e il mio desiderio di istruire i bambini in merito alla fauna marina tramite i miei scritti. Posso istruire i bambini e creare consapevolezza in loro su problematiche basilari quali l'importanza della fauna marina, la pesca non sostenibile e la brutale uccisione di massa delle balene, degli squali e dei delfini. Grazie a Sea Shepherd, questioni di importanza cruciale come queste possono ispirare un'intera nuova generazione di persone compassionevoli che sono più consapevoli delle problematiche e che nutrono un profondo affetto per i nostri mari.

Trovarmi sulla Bob Barker è tutta un'altra storia. Tutti lavorano sodo, io inclusa. E tutti noi abbiamo responsabilità diverse. Io passo la maggior parte del mio tempo sul ponte. Mi piace fare il mozzo, essere sempre impegnata e lavorare all'aria aperta. Ma chi tra l'equipaggio aveva già esperienza mi ha dovuto insegnare tutto. Mettere in acqua un'imbarcazione può essere molto pericoloso se il tempo è brutto o se la nave è in movimento. Dopo qualche settimana riesco a non perdermi in giro per la nave. So fare dei fori nell'acciaio con il trapano, so mescolare le vernici, so dove trovare dei distanziatori, ho imparato che, quando si fissano degli oggetti alla nave, essi devono essere assicurati molto bene, altrimenti voleranno da un capo all'altro della nave e, da ultimo, ho imparato, grazie alla cambusa, che sbucciare l'aglio richiede molto tempo! Riesco a svolgere le mie incombenze molto più velocemente ora rispetto alle prime due settimane. Non mi secca più neppure pulire i servizi igienici. Anche il rollio della nave non mi stanca più molto.

Adoro l'equipaggio della Bob Barker. Trovarmi tra queste persone rende molto più facile essere lontana da casa per un periodo così lungo. Oggi abbiamo decorato la mensa con alcune decorazioni natalizie. Ha un aspetto grazioso, ma il Natale non avrà significato se questa non sarà la campagna coronata dal maggior successo di tutti i tempi.
La Marina di Nettuno non scende mai a compromessi.

Traduzione a cura di Barbara Abatti
 

Donate Now
Campaign Blog
Photo Gallery
The Fleet