Operation No Compromise
Crew Blog
Stampa
Venerdì 18 Febbraio 2011 03:00

La strada che mi ha portato nell'Oceano Antartico

Jeffrey Milstein
Ufficiale addetto alla sicurezza, Steve Irwin

Jeffrey MilsteinSono cresciuto in una fattoria non attiva, di impronta storica, circondato da alberi, animali selvatici e campi di grano. Fin da quando ero molto piccolo, i miei genitori mi hanno trasmesso l'amore per la natura e tutte le creature.

Alcuni dei miei ricordi più cari di quando ero bambino sono quelli dell'occasione in cui io e mio padre abbiamo salvato una volpe da una trappola nei boschi, e di quando ho aiutato ad allevare dei coniglietti che non avevano più la mamma. Li ho cresciuti fino a quando sono arrivati al punto di poter sopravvivere da soli e io ho potuto rimetterli in libertà. Ricordo anche di aver passato alcune ore ogni giorno a osservare una famiglia di marmotte americane, fino a che, un giorno, uno dei loro piccoli si è avvicinato a me e mi si è letteralmente arrampicato in braccio. Mi ricordo di aver provato una sensazione così incredibile al pensiero che si sentissero tanto a loro agio da avvicinarsi a me e permettermi di coccolarle. Quella sensazione è durata solo per poco, naturalmente, solo fino a quando ho sentito il ringhio spaventato della madre, che era decisamente grossa e arrabbiata con me. Mi ha inseguito fino alla porta di casa. È addirittura rimasta sotto il portico alcune ore ad aspettare che uscissi.

Ricordo che, quando sono cresciuto, io e mia madre abbiamo combattuto in municipio contro l'edificazione eccessiva della nostra comunità. In varie occasioni abbiamo preso la parola esprimendo un pensiero contrario a quello della città, per convincerli a smettere di distruggere i boschi e i terreni agricoli. Il nostro lavoro, insieme a quello di altre persone, ha potuto ostacolarli per un certo tempo e ha fatto sì che parte della terra venisse protetta.

Sono passati molti anni e ora sono sposato, ho una moglie incredibile e tre figli fantastici. Insieme, io e mia moglie stiamo crescendo i nostri figli con lo stesso amore per gli animali e la natura che noi due condividiamo.

Essendo un sostenitore di Sea Shepherd fin dai primi anni 90, potete immaginare come mi sono sentito entusiasta quando ho ricevuto un' e-mail e una telefonata dal Capitano Locky Maclean una notte, a ora molto tarda, nel marzo 2010, in cui mi chiedeva se la mia associazione volesse fare da agente portuale per il primo scalo della Steve Irwin nello stato di New York e del New Jersey. Dopo aver collaborato molto strettamente con il Capitano MacLean e con l'equipaggio nel corso dei mesi successivi, lavorando su diversi progetti, mi sono trovato a Barcellona, a Freemantle, a Wellington, e ora nell'Oceano Antartico a bordo della grande Steve Irwin dove contribuisco in ogni modo possibile a fermare la caccia di frodo illegale nell'Santuario delle Balene dell'Oceano Antartico. Sono molto fiero del fatto che molte delle tecnologie e dei concetti che abbiamo utilizzato durante questa campagna potranno essere utilizzati nelle prossime campagne, e del fatto che la mia esperienza e il mio vissuto precendente in ambito marittimo siano stati d'aiuto in queste azioni di conservazione marina.

È un onore lavorare con persone che profondono tanto impegno e tanto sentimento, e spero che un giorno i miei figli potranno insegnare ai loro figli quanto è davvero importante la conservazione marittima.

 

Donate Now
Campaign Blog
Photo Gallery
The Fleet