Operation No Compromise
Crew Blog
Stampa
Lunedì 13 Dicembre 2010 21:17

Pronti per la battaglia No Compromise

Bárbara Veiga
Fotografa, Steve Irwin

A bordo della Gojira e della Steve Irwin

Barbara VeigaQuesta è la mia seconda campagna antartica con Sea Shepherd e per me è stato un grande privilegio aver iniziato il mio secondo turno di servizio scattando fotografie dal nuovo trimarano, la Gojira durante la traversata da Fremantle a Hobart. È stato bello vedere l'equipaggio motivato dopo tanto lavoro per preparare l'imbarcazione per a campagna. Ho passato due settimane a Fremantle, seguendo i progressi della Gojira, e ho apprezzato l'equipaggio che ha lavorato duramente e spesso terminava il proprio lavoro molto tardi la sera, fermandosi solo per i pasti. E questo impegno è interamente per le balene, per null'altro, ed è così incredibile. Per me questo modo di impegnarsi è una vera ispirazione e sento che sono nel posto giusto, perché grazie al mio lavoro posso fare una differenza sensibilizzando la gente tramite le mie fotografie e gli articoli che parlano delle problematiche ambientali che affrontiamo ogni giorno.

Dopo la traversata, durata 5 giorni, tutti a bordo della Gojira erano davvero entusiasti dell'arrivo a Hobart, dove la flotta di Sea Shepherd si è riunita per la prima volta. Ero colpita dall'incredibile prestazione di questa imbarcazione in mare. Tutto l'equipaggio è estremamente professionale e nutre una passione davvero grande per l'oceano. All'arrivo a Hobart ho trascorso l'ultimo giorno a bordo della Gojira, e sono passata alla Steve Irwin, dove lavorerò come fotografa nel corso dei prossimi mesi, durante l'Operazione No Compromise. Anche se ci sono alcune facce familiari dalla precedente campagna, ci sono anche persone nuove che nel tempo diventeranno miei amici.

Durante i nostri spostamenti siamo stati seguiti da albatri reali e da diversi tipi di procellaria. Abbiamo addirittura visto alcune balene ma non abbiamo potuto identificare la specie esatta. È meraviglioso vederle intorno a noi, ma allo stesso tempo spero che possano stare al sicuro e molto lontane dai balenieri. Sono molto ottimista riguardo al successo di questa campagna. Spero davvero che, con tre imbarcazioni, quest'anno Sea Shepherd potrà salvare il massimo numero di balene con le proprie tattiche contro i balenieri nel Santuario delle Balene dell'Oceano Australe.

Traduzione a cura di Barbara Abatti
 

Donate Now
Campaign Blog
Photo Gallery
The Fleet