Operation No Compromise
Crew Blog
Stampa
Venerdì 28 Gennaio 2011 07:39

Dalle parole ai fatti

Fabrizio Sestini
Ufficiale addetto alle comunicazioni, Bob Barker

Fabrizio SestiniQuando mi è stato chiesto di diventare l'ufficiale addetto alle comunicazioni a bordo della Bob Barker, non sapevo esattamente cosa aspettarmi. L'unico "ufficiale addetto alle comunicazioni" che conoscevo era il Tenente Uhura di Star Trek! Ad ogni modo, una volta a bordo, non ho impiegato molto a rendermi conto che, al di là delle nostre pettinature diverse, il mio lavoro qui non consisteva nel tradurre ingannevoli messaggi dalla lingua Klingon, ma piuttosto nel gestire la vasta gamma di attrezzature informatiche e radio che sono presenti sulla nave, inclusa internet, i network, la strumentazione satellitare, le radio fisse e portatili, le antenne, i radar, il GPS, i giroscopi e qualunque altra cosa abbia una spina o una batteria.

Durante le infinite settimane passate a combattere con ogni tipo di problema relativo all'elettronica, ho imparato molto riguardo agli aspetti pratici degli strumenti per internet e ad altre attrezzature di cui non sospettavo neppure l'esistenza. E (la maggior parte delle volte) mi è piaciuto!

Dall'eccellente punto di vista privilegiato offerto dalla plancia, ho potuto osservare e fotografare forme di vita assolutamente insolite e stupendi paesaggi antartici colorati di blu. Ho anche fatto esperienza – beh, qualche volta – del blu dell'Antartide, durante i lunghi viaggi verso il centro del nulla in mari così mossi che sembra di trovarsi in una lavatrice. Ma questa situazione è sempre stata alleviata dalla compagnia di un fantastico equipaggio internazionale di volontari, e dal cibo vegan vario e sorprendentemente eccellente.

Per me, le balene vittime della caccia sono un simbolo universale del modo insostenibile in cui il nostro pianeta e la maggior parte dei suoi abitanti, sia umani sia animali, vengono sfruttati per ragioni commerciali. Mi piace considerare il mio lavoro qui come l'applicazione pratica di parte delle mie conoscenze scientifiche e tecnologiche a favore di una causa concreta che può far progredire la nostra società civile. Questo è anche quanto cerco di realizzare nella mia cosiddetta vita normale, dove gestisco dei progetti di ricerca nell'ambito della tecnologia informatica per le comunicazioni, progetti finanziati dalla Commissione Europea, che indagano su quali future tecnologie basate su internet possono contribuire a un mondo futuro più sostenibile. Ho sempre creduto che solo un'esperienza diretta può rendere consapevoli delle sfide pratiche di ogni giorno e dei bisogni futuri, elemento di importanza ancora più vitale quando qualcuno si aspetta che siate in grado di definire le politiche pubbliche o le priorità nell'ambito della ricerca in settori basati sulla tecnologia. Per questo, contribuire all'utilizzo efficace degli strumenti per la comunicazione al fine di difendere le balene rappresenta per me un'opportunità unica di  tramutare le mie parole in fatti in un ambiente marino unico, dove adoro essere un marinaio. Sono molto grato a Sea Shepherd per questo.

 

Donate Now
Campaign Blog
Photo Gallery
The Fleet