Operazione Nemesis, l’undicesima campagna di difesa delle balene di Sea Shepherd nell’Oceano Antartico viene lanciata.

 

Ottobre 2016

La Grande Baia Australiana salvata dall’Oleodotto.

La campagna di Sea Shepherd Australia, Operazione Jeedara, è strumentale per fermare la BP dalla perforazione della Grande Baia Australiana come parte dell’Alleanza di una coalizione di gruppi ambientalisti locali.

 

Luglio 2016

La Ocean Warrior prende il largo!

Sea Shepherd Global innaugura la nave da pattuglia ad alta velocità Ocean Warrior, un progetto Dream Funds assegnato dalla Lotteria dei codici postali olandese.

 

Giugno 2016

Inizia la terza Campagna Operazione Siracusa, contro la pesca illegale nel Mediterraneo

Sea Shepherd Global annuncia il lancio dell’operazione Siracusa 2016; la terza campagna consecutiva per contrastare il bracconaggio e la pesca illegale nella riserva marina del Plemmirio sulla costa orientale di Siracusa, in Italia.

 

Giugno 2016

Prende il via Operazione Bloody Fjords

Viene lanciata l’operazione Bloody Fjords, incentrata sulla pressione giudiziaria, economica e mediatica per porre fine alla caccia alle balene pilota delle Isole Faroe.

 

Maggio 2016

Prende il via Operazione Jeedara

In quanto parte dell’Alleanza di associazione a protezione della Grande Baia Australiana, Sea Shepherd Australia lancia Operazione Jeedara, al fine di evidenziare l’importanza della Grande Baia Australiana e per opporsi ai piani di perforazione dell’acqua profonda della BP.

 

Aprile 2016

Operazione Albacore inizia in Gabon

Lancio dell’Operazione Albacore in collaborazione con i governi del Gabon e Sao Tomé e Principe, per pattugliare le zone economiche esclusive di entrambi i paesi per la pesca INN.

 

Marzo 2016

Operazione Driftnet arresta una flotta di bracconieri alla deriva

L’operazione Driftnet riesce a fermare un’intera flotta di bracconi illegali, alla deriva.

 

Febbraio 2016

Lancio di Sea Shepherd Dive

Sea Shepherd Global lancia una nuova iniziativa, Sea Shepherd Dive, per fornire una rete di “supporto e segnalazione” e consentire alla comunità SUB di segnalare, in qualsiasi parte del mondo, i crimini ambientali di cui sono testimoni durante le immersioni.

2018-12-01T18:56:24+00:00