Oggi è la Giornata Mondiale dell’Ambiente e la Giornata Internazionale per la Lotta contro la Pesca INN (illegale, non dichiarata e non regolamentata).

Sebbene per alcuni solo un giorno dell’anno evidenzi queste problematiche, queste sfide vengono affrontate 365 giorni all’anno dall’equipaggio della The MV Bob Barker e dal resto della flotta di Sea Shepherd.

Nell’ultimo anno la The MV Bob Barker ha attivamente pattugliato e protetto le acque della Liberia, del Gabon e della Francia, con un totale di 7 imbarcazioni illegali arrestate durante questo periodo. L’eliminazione di queste navi illegali – che usano pratiche di pesca spietate, insostenibili e dannose – ha senza dubbio salvato centinaia di migliaia di vite. Inoltre ha offerto a vaste distese di oceano la possibilità di riprendersi dalla pesca eccessiva, e a specie non bersaglio come tartarughe, squali, delfini e balene di evitare la morte causata da catture accessorie.

Continua a sostenere Sea Shepherd Global e noi continueremo a combattere per proteggere gli oceani di tutto il mondo. Per il beneficio dell’ambiente e di tutte le vite degli oceani, perché se gli oceani muoiono, moriamo anche noi.

Traduzione di Zoe Casati

Delfini che giocano. Foto: Tony James/Sea Shepherd

Delfini che giocano. Foto: Tony James/Sea Shepherd

Megattera.  Foto: Alejandra Gimeno/Sea Shepherd

Megattera intenta nel tipico comportamento di superficie chiamato breaching.  Foto: Alejandra Gimeno/Sea Shepherd

Abbordaggio della nave Purse Seiner.  Foto: Alejandra Gimeno/Sea Shepherd

Abbordaggio della nave Purse Seiner.  Foto: Alejandra Gimeno/Sea Shepherd

Nave Gueriden, squalo martello, vittima di bycatch e ributtato violentemente in mare senza vita. Foto: Simon Ager / Sea Shepherd

Nave Gueriden, squalo martello, vittima di bycatch e ributtato violentemente in mare senza vita. Foto: Simon Ager / Sea Shepherd

2018-08-29T13:34:54+00:00