Riprende l’Operazione di Sea Shepherd: controlli intensificati nell’Area Marina Protetta del Plemmirio per tutto il 2019.

 

FERMATI E MULTATI BRACCONIERI DI RICCI DI MARE

 

19 marzo 2019: avvistati dai volontari di Sea Shepherd due bracconieri intenti a pescare illegalmente  ricci di mare nell’area marina del Plemmirio.

 

Dapprima i bracconieri, una volta usciti dall’acqua, hanno abbandonato l’attrezzatura usata per la pesca e il pescato in una grotta ma più tardi sono tornati per recuperare il tutto.

 

I volontari hanno immediatamente allertato la Capitaneria di Porto e la Polizia Ambientale. Dopo un appostamento durato molte ore hanno confiscato tutte le attrezzature e multato i due bracconieri. Purtroppo i ricci erano già stati uccisi e messi dai malviventi in bicchieri pronti per la vendita illegale.

 

 

 

Siracusa, Marzo 2019 – È ripartita “Operazione Siracusa”, campagna che vede impegnata Sea Shepherd nella tutela del fragile ecosistema dell’Area Marina Protetta del Plemmirio a Siracusa.

 

Operazione Siracusa vede, per il sesto anno consecutivo, i volontari di Sea Shepherd attivamente impegnati in pattugliamenti diurni e notturni per prevenire la pesca e il commercio illegale di specie protette, come la cernia bruna e i ricci di mare, all’interno dell’AMP siracusana.

 

“Quando cinque anni fa lanciammo Operazione Siracusa” commenta Andrea Morello, Presidente di Sea Shepherd Italia, “molte delle persone che incontravo in quell’area avevano nei loro visi la rassegnazione di non poter fare nulla rispetto alle attività di pesca illegali e alla loro, altrettanto illegale, commercializzazione. Oggi, quella rassegnazione si è trasformata in determinazione, in lotta per il rispetto della legalità ed in azione diretta in difesa del futuro tramite la conservazione del Mare. Le autorità e i volontari di Sea Shepherd, provenienti da tutta Europa, collaborano costantemente nell’organizzazione di pattugliamenti diurni e notturni. Occhi che scrutano il Mare a sua difesa e conservazione. Persone che donano il loro tempo, la loro passione e la loro motivazione, e che insieme agli sforzi delle autorità e dell’Area Marina stanno portando ad una Vittoria per quelli che noi chiamiamo i nostri Clienti: le Vite che abitano il Blu del Plemmirio. Alcuni lo hanno definito Effetto Sea Shepherd, l’azione che fa la differenza a cui ognuno può e deve contribuire. Lo stesso effetto che questo inverno, durante le festività natalizie, mi ha portato a condividere con entusiasmo nottate sugli scogli e tra i sentieri con decine di volontari provenienti da tanti paesi in difesa del nostro Mare, riuscendo a fermare numerosi tentativi di pesca illegale e rendendo il Natale la migliore delle festività per un Pastore del Mare. Passione che fa la differenza”.

 

“Quest’anno” conclude Andrea Morello “saremo presenti in maniera continuativa grazie al maggior numero di volontari e alle persone che hanno scelto di supportarci, guidati dalle parole del nostro fondatore, il Capitano Paul Watson: ciò che fa davvero la differenza non è l’azione dei governi, non sono le organizzazioni, ma è la passione dei singoli individui”.

 

Operazione Siracusa è la prima campagna in Italia fortemente voluta e organizzata in collaborazione con la famiglia dello scomparso Enzo Maiorca ed è una delle tantissime azioni dirette di Sea Shepherd, che hanno lo scopo di Difendere, Proteggere e Conservare la vita nei mari di tutto il mondo combattendo le illegalità ovunque esse vengano perpetrate. Azione diretta che Sea Shepherd Global attua da più di quarant’anni in tutto il mondo.