E’ iniziata Operazione SISO 7: Salvataggi eroici e lotta senza tregua contro l’illegalità nelle acque italiane. Un plauso alle Autorità per la preziosa collaborazione!

La settima edizione della Operazione SISO inizia con forti emozioni! In pochi giorni i nostri  instancabili volontari a bordo della Sea Eagle hanno già tolto dal mare chilometri di palangari illegali e tratto in salvo numerose creature marine in pericolo.  Dalla Calabria alla Sicilia, dalla Campania al Lazio, dalla Toscana alla Liguria, la flotta di Sea Shepherd pattuglia incessantemente le coste italiane, contrastando il bracconaggio, l’utilizzo di attrezzi da pesca illegali e l’inquinamento da plastica. Un impegno instancabile che ha portato al recupero di oltre 15 km di palamiti solo nelle prime fasi dell’operazione. Sea Shepherd non è sola in questa battaglia. La preziosa collaborazione con le Autorità italiane è un elemento fondamentale per il successo delle operazioni. 

Durante una rocambolesca notte i nostri volontari sono stati protagonisti di un’operazione di salvataggio commovente: una Caretta caretta, simbolo delle vittime di pesca accidentale nuotava in difficoltà, dopo aver ingoiato un’esca e trascinandosi pertanto un pezzo palangaro. Grazie all’intervento tempestivo e alla formazione dei nostri volontari la tartaruga è stata liberata dall’amo e consegnata in buone condizioni alla Guardia Costiera. Fino all’alba i volontari non si sono mai fermati e sono riusciti a salvare numerose altre vite, restituendo al mare una coppia di grandi lampughe, razze, tunnidi di varie specie ed ad un bellissimo esemplare di Tonno rosso di oltre 80 kg, vittima di una pesca incontrollata che nonostante i divieti e le restrizioni vede la specie ancora come il bersaglio principale di questo periodo. La pesca non autorizzata e non regolamentata con palamiti di superficie uccide, non accidentalmente, numerose razze, squali, tartarughe ed altre specie di tunnidi.  

Abbiamo messo sotto accusa le reti spadare e i FAD. Nemici giurati dell’ecosistema marino, le reti spadare, tristemente responsabili della morte di numerosi capodogli, sono l’obiettivo primario di Operazione SISO. In collaborazione con le Autorità italiane, abbiamo già ottenuto un risultato eccezionale: grazie al nostro impegno le morti di capodogli da reti spadare negli ultimi quattro anni nelle acque tirreniche si sono azzerate. Un altro fronte di battaglia è quello contro i FAD, i vergognosi dispositivi di pesca illegale che attirano indiscriminatamente ogni specie marina per trasformarla in facile preda delle reti a circuizione e che avvelenano il nostro mare con quintali di plastica.

Operazione SISO è per noi il cuore pulsante della lotta contro l’illegalità. Un monito per chi sfrutta e miete la vita marina. Ma rappresenta anche un invito ad unirsi a noi:  a diventare parte dei nostri equipaggi,  in questa lotta senza frontiere  per un futuro blu, dove la vita possa tornare a prosperare e le meraviglie del mare siano preservate per le generazioni future.

Unisciti a Sea Shepherd! Sostienici in questa missione vitale per la salvaguardia del nostro mare. Oppure AIUTACI con un’azione concreta! Entra a far parte della Direct action crew

News Correlate

Abbiamo bisogno del Tuo Aiuto

Entra in Azione per gli Oceani!

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Tartaruga di pezza su un sasso con scritto difendere, conservare e proteggere

Ricevi notizie sugli aggiornamenti delle campagne, sulle opportunità di volontariato e sul merchandise esclusivo Sea Shepherd.

Vuoi Sostenere Sea Shepherd?

Aiuta Sea Shepherd a Difendere, Conservare e Proteggere i nostri Oceani!
Il ricavato delle vendite del Merchandising andrà a sostegno delle nostre Campagne e Operazioni!

Abbiamo bisogno del Tuo Aiuto

Entra in Azione per gli Oceani!

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Tartaruga di pezza su un sasso con scritto difendere, conservare e proteggere

Ricevi notizie sugli aggiornamenti delle campagne, sulle opportunità di volontariato e sul merchandise esclusivo Sea Shepherd.

Torna in cima