Lo scorso 13 maggio i volontari di Sea Shepherd si sono uniti a circa 150 volontari subacquei provenienti da tutta Italia per la pulizia dei fondali delle oltre 20 vasche reali del complesso monumentale della Reggia di Caserta, patrimonio dell’umanità Unesco.

Nel corso degli anni all’interno delle vasche si è creato un habitat biologicamente attivo, formato dal proliferare di diversi tipi di alghe che hanno reso l’ambiente idoneo alla sopravvivenza di specie di flora e fauna, tra cui le carpe. Sono stati riportati in superficie diversi tipi di rifiuti, dalla plastica all’alluminio, e persino reti in nylon dei palloni. Rifiuti dannosi per la biodiversità di questi micromondi.

Le attività si sono svolte nell’ambito della due giornate dedicate al mare del Simsi in tour (Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica). Ringraziamo tutti i partecipanti, il dott. Pasquale Longobardi, Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Ravenna e la FIAS Federazione Italiana Attività Subacquee con il Consigliere Nazionale Esentato Emanuele, per aver coordinato le attività.

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

Pulizia delle vasche alla Reggia di Caserta

2018-10-21T19:10:37+00:00