Anche questa estate, come lo scorso anno, i volontari di Sea Shepherd si trovano nelle acque dell’arcipelago toscano, dove grazie alla collaborazione con la Guardia di Finanza e la Capitaneria di Porto operano giorno e notte per la salvaguardia della vita in mare.

La presenza delle imbarcazioni di Sea Shepherd all’interno delle acque del parco dell’arcipelago toscano ha già fermato alcuni tentativi di pesca illegale. Dopo ore di pattugliamento, di sorveglianza e di navigazione  i nostri volontari hanno scoperto, ad ovest dei confini dell’Area Marina Protetta dell’isola di Montecristo, vicino lo scoglio Africa, ben 64 boe prive di qualsiasi dispositivo identificativo, determinandone pertanto l’illegalità.

Attraverso la collaborazione, e previa autorizzazione da parte delle autorità, Sea Shepherd ha salpato a bordo dell’imbarcazione Sea Eagle sei reti che si dimostravano derivanti e prive di identificativi. Il totale del sequestro riguarda 3774 mq di reti e 47 trappole. Le operazioni hanno coinvolto i 19membri dell’equipaggio della Sea Eagle insieme al personale ed ai mezzi della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza. All’interno delle reti  erano intrappolati tantissimi animali, molti dei quali purtroppo già morti; ma i nostri volontari sono riusciti a restituire al mare ben  135 animali ancora vivi, tra i quali murene, scorfani, granchi e polpi.
Nella giornata successiva la Sea Eagle ha consegnato il materiale sequestrato alla Guardia di Finanza. Materiale che non ucciderà più il nostro mare, già soffocato dalla plastica e sfruttato oltre i limiti della sopravvivenza da un sistema delirante che vede le acque dei nostri mari come un bacino inesauribile di risorse da sfruttare. Delirante perché il mare deve essere protetto, poiché noi tutti dipendiamo dalla salute del Mare per vivere in questo pianeta.

Il successo di questa operazione è stato possibile grazie alle istituzioni e alle persone coinvolte, in particolare i nostri instancabili volontari, il ROAN della Guardia di Finanza, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e la Capitaneria di Porto di Livorno.

Storie Correlate

Abbiamo bisogno del Tuo Aiuto

Entra in Azione per gli Oceani!

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Tartaruga di pezza su un sasso con scritto difendere, conservare e proteggere

Ricevi notizie sugli aggiornamenti delle campagne, sulle opportunità di volontariato e sul merchandise esclusivo Sea Shepherd.

Torna in cima