Questo è l’anno in cui Sea Shepherd allarga ulteriormente i suoi orizzonti mentre continua la caccia alla balenerie e i bracconieri di tutto il mondo.

 

Febbraio 1999

Sea Shepherd punta la sua attenzione sul Mar Caspio

Sea Shepherd fornisce fondi all’esperto internazionale di storioni Dr.Vadim Birstein e alla Sturgeon Society in un programma di ricerca per determinare l’entità del commercio illegale di caviale russo e dei suoi effetti sullo storione a rischio di estinzione nel Mar Caspio.

 

Marzo 1999

Sea Shepherd ottiene ottimi risultati in Messico

Un volontario di Sea Shepherd persuade i principali fornitori di immersioni con base a La Paz, in Messico, un terreno di alimentazione primario per gli squali balena, ad adottare una politica che impedisca a tutti i turisti e i subacquei di recare molestie agli squali balena che si nutrono al largo della Bassa California ogni estate. Ai turisti non è più permesso di afferrare, toccare o cavalcare gli squali balena al largo di La Paz. 20 marzo: il Capitano Watson riceve il premio ambientale “Earth Trustee” in una cerimonia per la Giornata della Terra delle Nazioni Unite al U.N. Plaza.

 

Aprile 1999

Anche in Germania Sea Shepherd si da da fare.

Sea Shepherd in Germania persuade Aldi, uno dei più grandi distributori di cibo in Europa, a rescindere i suoi contratti con le isole Faroe fino a quando queste ultime avranno accettato di cessare la pratica di macellare le balene pilota in nome della “tradizione”.

 

Maggio 1999

Sea Shepherd continua a lavorare con gruppi di cittadini nello stato di Washington.

Mentre le balene grigie ritornano al Mare di Bering durante la loro migrazione verso nord, Sea Shepherd ritorna a Neah Bay, Washington, con la Sirenian. A causa dei numerosi arresti dei nostri attivisti e dei sequestri di navi da parte della Guardia Costiera degli Stati Uniti, il 19 maggio i Makah riescono a uccidere una balena. Sea Shepherd continua a lavorare con gruppi di cittadini nello stato di Washington per persuadere l’amministrazione statunitense a ritirare il permesso unilaterale per i Makah di cacciare balene, modificare la clausola sulla caccia alle balene nel trattato con i Makah, o fare entrambe le cose, e fare in modo che la Commissione Internazionale per la Caccia alle Balene si esprima formalmente con un voto riguardo al possesso o meno dei requisiti necessari da parte dei Makah per una deroga aborigena al divieto globale sulla caccia alle balene.

 

Giugno 1999

Fondato l’Istituto Sea Shepherd Brasil (ISSB)

Daniel Vairo, membro veterano dell’equipaggio di Sea Shepherd, e suo cugino Alexander Castro fondano l’Istituto Sea Shepherd Brasil (ISSB) a Porto Alegre, Brasile, dedicato alla protezione dell’ecosistema marino nel più grande paese del Sud America.

 

Dicembre 1999

Catastrofi ambientali sulle coste della Francia e nel Bosforo

La petroliera Erika si spezza per le cattive condizioni del mare al largo delle coste della Francia e la petroliera russa Volgoneft 247 si spezza nello stretto del Bosforo al largo della Turchia. I volontari di Sea Shepherd Europe si recano in entrambi i paesi e riuniscono squadre di volontari internazionali per il salvataggio e il trasporto ai centri di assistenza di uccelli marini impregnati dagli idrocarburi fuoriusciti falla dell’Erika. Vengono creati dei programmi di formazione in cooperazione con il Pieterburen Wildlife Rescue Centre nei Paesi Bassi. Il governo turco è d’accordo a lavorare con Sea Shepherd nella soluzione dei problemi derivanti dal disastro dovuto alla fuoriuscita di petrolio.